Green pass vettori esteri

Il ministero della salute chiarisce tutte le certificazioni valide

Confartigianato Trasporti informa che il Ministero della Salute ha pubblicato l’elenco di vaccini somministrati all’estero, che risultano validi per l’ottenimento del certificato Green Pass.

Il provvedimento ministeriale riconosce, equivalenti a quelli effettuati nell’ambito del Piano strategico nazionale dei vaccini anti-Covid, una serie di vaccini somministrati dalle competenti autorità estere, tra cui:

  • (Pfizer BioNTech, Moderna, Janssen e AstraZeneca) cioè quelli per cui il titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio è lo stesso dell’Unione europea;
  • quelli prodotti su licenza di AstraZeneca, quali Covishield (Serum Institute of India), R-CoVI (R-Pharm), Covid-19 vaccine-recombinant (Fiocruz).

Il Ministero della Salute ha inoltre precisato che, per le finalità previste dalla legge, le certificazioni di vaccinazione rilasciate dalle autorità estere sono considerate equipollenti al Green Pass e devono contenere una serie di informazioni (dati identificativi del titolare, del vaccino e dell’Autorità che ha rilasciato la certificazione) e devono essere redatte almeno in una delle seguenti lingue: italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco, altrimenti è necessario che la certificazione sia accompagnata da una traduzione giurata.

Share This
×

Powered by WhatsApp Chat

×